Operai Agricoli della Provincia di Cremona: rinnovato il CIPL



Il giorno 19/3/2021, tra Libera Associazione Agricoltori Cremonesi, Coldiretti Cremona, Cia Est-Lombardia e FAI-CISL FLAI-CGIL UILA-UIL provinciale, si è convenuto, ai sensi del CCNL del 19/6/2018 di rinnovare il CIPL per gli operai Agricoli e Florovivaisti della Provincia di Cremona


Il nuovo accordo di rinnovo decorre dall’1/1/2020 e scadrà il 31/12/2023.
Tra le modifiche apportate al CIPL, si evidenziano le seguenti:

Profili Professionali degli operai agricoli
– Nella categoria “Capi” viene inserito il nuovo profilo:
Capo Aziende orticole: è colui che controlla e coordina il lavoro aziendale con capacità e autonomia, con facoltà di iniziativa e responsabilità, nei limiti delle direttive impartite dal proprietario o conduttore aziendale.
– Negli “Specializzati Super” viene inserito
Operatore di porcilaia, al quale viene riconosciuto un premo annuo di euro 100,00.

Orario di lavoro
Per gli operai dì campagna si precisa che “l’orario comincia in cascina e finisce in cascina”.

Permessi
Il rinnovo stabilisce che all’operaio a tempo determinato spettano 5 giorni lavorativi in caso di matrimonio; agli operai a tempo indeterminato i 10 giorni lavorativi previsti, vengono modificati con 15 giorni di calendario

Lavoratori stranieri
Per i lavoratori stranieri viene concesso l’utilizzo della sede dell’Ebat Cimi Cremona per l’organizzazione di corsi inerenti l’alfabetizzazione e la conoscenza della lingua italiana. Presso la sede dell’Ebat Cimi Cremona si provvederà alla creazione di una apposita banca dati per l’incontro domanda-offerta di lavoro.

Retribuzione
I salari contrattuali vigenti sono incrementati del 1,70% per ciascun livello professionale stabilito dal Contratto Provinciale a decorrere dall’1/4/2021. Detti aumenti verranno applicati ai salari vigenti al 31/3/2021.
Ai dipendenti in forza alla data di sottoscrizione del presente accordo, assunti o in forza nel periodo intercorrente tra il 1/1/2021 e il 19/3/2021, verrà erogata una somma lorda “Una tantum” di euro 130,00 con la retribuzione del mese di Aprile 2021. Tale somma non avrà alcuna incidenza sugli istituti contrattuali diretti, differiti e sul T.F.R. La somma verrà riproporzionata in base alle effettive giornate di lavoro prestate nel periodo (comprendendo anche assenze per ferie, malattia, maternità ed infortunio) utilizzando come valore giornaliero euro 1,67 (130,00:78).


Nuovi minimi retributivi in vigore dall’1/4/2021 – Agricoli




























OTI SALARIATI FISSI

Retribuzione dall’1/4/2021

CAPO OPERAIO 1.835,20
CAPO BERGAMINO 1.825,64
SUPER SPECIALIZZATO 1.777,35
SPECIALIZZATO 1.675,44
QUALIFICATO SUPER 1.557,13
QUALIFICATO 1.471,40

OTD AVVENTIZI

Retribuzione dall’1/4/2021

SPECIALIZZATO 12,84
QUALIFICATO 11,28


Nuovi minimi retributivi in vigore dall’1/4/2021 – Florovivaisti

























OTI SALARIATI FISSI

Retribuzione dall’1/4/2021

CAPO OPERAIO 1.862.98
SUPER SPECIALIZZATO 1.804,50
SPECIALIZZATO 1.698,97
QUALIFICATO SUPER 1.580,14
QUALIFICATO 1.490,74

OTD AVVENTIZI

Retribuzione dall’1/4/2021

SPECIALIZZATO 13,03
QUALIFICATO 11,42


Retribuzione lavoro di stalla
L’indennità “Compenso domenicale” passa da 5,00 euro a 10,00 euro per ogni domenica di lavoro.

Indennità speciali
Indennità notturna: il valore economico riconosciuto passa da euro 600,00 annui a euro 720,00 annui e da euro 50,00 mensili ad euro 60,00 mensili;
Uso trattore: a decorrere dall’1/1/2022 per ogni ora di effettivo uso dei trattore oltre le 75 ore mensili il trattorista ha diritto ad una indennità suppletiva oraria pari al 20% del salario”;
Riconoscimento annuale aziendale: il valore economico passa da euro 100,00 ad euro 200,00 lordi annui;
Reperibilità per impianti di biogas: i lavoratori disponibili a rendersi reperibili fuori l’orario ordinario di lavoro, nel caso l’azienda ne faccia richiesta in relazione alle esigenze di assicurare il ripristino e la continuità dei servizi, la funzionalità o sicurezza degli impianti, nonché per interventi per la salvaguardia dell’attività produttiva, saranno incaricati con comunicazione scritta, previo accordo tra le parti. La reperibilità potrà essere richiesta secondo le seguenti articolazioni: oraria, giornaliera e settimanale. Le parti individuali, direttamente interessate stabiliranno con apposito accordo della durata di dodici mesi, il periodo e l’ammontare dell’indennità di reperibilità, modalità e tempi per l’intervento, il trattamento economico straordinario per le prestazioni di lavoro effettuate ed i rimborsi spese. E’ facoltà dei lavoratore farsi assistere, per la stesura del contratto, da! proprio rappresentante sindacale. Le ore di reperibilità non devono considerarsi ai fini del computo dell’orario di lavoro legale e contrattuale. In attuazione dì quanto previsto dal secondo comma dell’art. 2120 del Codice Civile, le parti convengono che i trattamenti economici di cui al presente articolo siano esclusi dalla base di calcolo del trattamento di fine rapporto;
Generi in natura: “Casa orto e rustici: ad ogni operaio agricolo a tempo indeterminato viene erogata l’indennità sostitutiva pari a euro 240,00 annui.

Welfare contrattuale – Previdenza ed Assistenza
Viene definito l’importo complessivo di 100.000 euro annui, da suddividersi in egual misura tra le prestazioni a favore dei dipendenti e a favore delle aziende agricole con le modalità e tempistiche da definirsi presso la sede dell’Ebat Cimi Cremona tramite apposita commissione tecnica;